Bubble Bobble (Baburu Boburu), Taito 1986

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s databaseBubble Bobble è un videogioco arcade ideato da Fukio Mitsuji e realizzato dalla Taito nell’agosto del 1986.

Si tratta di una pietra miliare della storia dei videogames, avendo appassionato milioni di giocatori grazie al suo gameplay semplice, la grafica essenziale – ma curata – e una colonna sonora indimenticabile.

Bubble Bobble si sviluppa su 100 livelli a piattaforme, più 3 stanze segrete, due modalità, parecchi trucchi e tre finali differenti, di cui uno solo “reale”.



Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Il perfido Barone Von Blubba ha trasformato i gemelli Bub e Bob in dinosauri e imprigionato le loro fidanzate Betty e Patty. I due, chiamati in questa veste Bubblun e Bobblun, dovranno superare 99 quadri, sbarazzarsi dei nemici e, infine, distruggere il misterioso Super Drunk nel 100esimo per liberare le ragazze e godersi i titoli di coda.

L’unica arma a disposizione dei nostri eroi sono le bolle che emettono dalla bocca: non solo un’arma con la quale intrappolare i nemici e farli poi scoppiare.
Esse ci permettono di rimbalzare o di farne esplodere “altre a catena”: nel gioco ce ne sono diverse e gli effetti possono essere devastanti.
Quelle piene d’acqua provocano una marea, quelle con il fulmine sprigionano saette e quelle con la fiamma un letto di fuoco: sono tutte letali per i nostri avversari ma possono risultare fastidiose anche per noi.

I nemici sono parecchi, e hanno nomi diversi a seconda della versione:

  • Zen Chan, conosciuto anche come Bubble Buster e Benzo, è il primo nemico che incontriamo;
  • Mighta, detto Stone o Boris, appare per la prima volta nel sesto livello;
  • Monsta, anche conosciuto come Beluga o Blubba, compare nel decimo ed è fra gli avversari più temibili;
  • PulPul, detto anche Hullaballoon o BoaBoa, compare nel 20esimo quadro;
  • Nel 30esimo faremo la conoscenza sgradita di Banebou, conosciuto anche come Coiley e Bonnie-Bo;
  • Hidegonsu, conosciuto anche come Incendo, compare nel 40esimo livello;
  • Drunk, detto Willy Whistle o Bonner, comincerà a darci la caccia nel 50esimo;
  • …e così farà Invader, conosciuto anche come Super Socket, ma a partire dal 60esimo;
  • Super Drunk, detto anche Grumple Gromit, è l’avversario del 100esimo quadro
  • mentre Skel-Monsta, conosciuto come Baron Von Blubba, compare tutte le volte che ci mettiamo troppo a completare un quadro;
  • infine Rascal, o Rubblen, compare anch’esso quando ci attardiamo ma soltanto nelle stanze segrete.
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Questi ultimi due nemici si possono evitare ma non sconfiggere, se non ricorrendo a un trucchetto mentre si gioca in due.

I nemici standard diventano più veloci col passare del tempo oppure se si liberano dalle bolle; una volta esplosi, lasciano punti sotto forma, normalmente ma non esclusivamente, di frutti e dolci.

In Bubble Bobble ci sono numerosi power-up sottoforma di elementi che compaiono in posizioni diverse a seconda del quadro: alcuni agiscono direttamente sul nostro personaggio, altri permettono di terminare o saltare i livelli.

Tra i primi ci sono le 3 caramelle (gialle viola e blu), che aumentano rispettivamente velocità, lunghezza e scatto delle bolle. La scarpetta aumenta la nostra velocità di spostamento mentre il cuore a orologeria stordisce gli avversari permettendoci di farli fuori facilmente; infine la croce rossa e lo scudo trasformano le nostre bolle in fiamme letali.

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Gli ombrelli, a seconda del colore, permettono di saltare 3, 5 e 7 livelli; le croci celesti e gialle uccidono tutti i nemici sommergendoli o arrostendoli con i fulmini; le bombe e i libri causano un’esplosione che libera il campo trasformando i nemici in diamanti, così come la collana rosa che fa comparire una letale palla metallica.

E poi ci sono gli elementi bonus: alcuni permettono di accumulare molti punti in più, altri di accedere alle stanze segrete, condizione necessaria per scoprire il modo in cui terminare realmente il gioco.

Tra i primi ci sono i bastoni che, una volta scoppiato l’ultimo avversario del livello, trasformano tutte le bolle restanti in frutti o dolci e ne regalano uno gigante che vale parecchi punti; gli scrigni producono altrettanto ma valgono molto di più perché regalano diamanti e compaiono con più difficoltà; i fiaschi di vino riempiono istantaneamente il quadro di oggetti che, se presi tutti, danno diritto ad un bonus di 100.000 punti; infine, collezionando le sei lettere che compongono la parola “EXTEND” si ottiene una vita.

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

E’ bene notare che tutti i bonus compaiono soltanto se vengono soddisfatte certe condizioni.
Per fare un esempio: ci sono in tutto 6 bastoni, ognuno di colore diverso. Ad ogni bastone è associata una lettera dell’EXTEND. Prendendo 3 lettere uguali apparirà il bastone relativo. In questo modo, collezionando 3 “E” verdi, comparirà il bastone rosso che, una volta spazzati via gli avversari, farà piovere il cocomero.

Ai fiaschi sono associate, invece, le volte che ci caliamo nella parte inferiore del livello: il fiasco arancione, ad esempio, comparirà dopo averlo fatto 15 volte, quello rosso 16 e via così fino al viola, che apparirà dopo 19 calate.

C’è anche un trucco relativo al punteggio: se facciamo scoppiare l’ultimo avversario quando la cifra delle centinaia e delle decine è la stessa, le bolle restanti si trasformeranno in punti da raccogliere. Questo bonus è comunque rilasciato in tutti i livelli multipli di 5 fino al 50, e nei livelli 1-85-86-92-93-94.

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Veniamo ora alle stanze segrete.

In Bubble Bobble ci sono 4 portali: al ventesimo, trentesimo, quarantesimo e cinquantesimo quadro.
I primi tre ci portano alle stanze segrete, il quarto ci trasporta direttamente al 70esimo livello.
Per far si che compaiano i portali bisogna arrivare ai suddetti livelli senza mai morire.
All’interno troveremo tanti diamanti e, soprattutto, delle iscrizioni fondamentali per terminare il gioco che, come detto in precedenza, non ha un finale ma ben 3.

Il primo, normalmente definito “Bad Mode”, si raggiunge giocando da soli.

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Al termine dell’impresa, oltre alle congratulazioni, veniamo avvertiti che quella appena raggiunta non è una vera fine e di tornare con un amico, giocando cioé in multiplayer.
Dopodiché saremo portati nuovamente all’85esimo livello.

Sconfiggendo Super Drunk in modalità doppia libereremo entrambe le nostre fidanzatine, capiremo che amore e amicizia sono la magia più grande del mondo e riceveremo i complimenti ma..poi scopriremo che neanche questo è il finale reale! Infatti, al termine dei credits ci viene detto che una chiave di 8 lettere permette di giocare ad una modalità segreta.
La chiave deve essere decodificata accedendo alle stanze segrete, dove troveremo l’intero alfabeto nella prima riga, seguito da messaggi che, tradotti, aiutano a capire come finire il gioco.
La chiave decodificata è “SJBLRJSR”, e cioé: Start, Jump, Bubble, Left, Right, Jump, Start, Right (tradotto in italiano: Start, Salto, Sparo, Sinistra, Destra, Salto, Start, Destra).

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Una volta inserita – col joystick e i pulsanti – questa combinazione nella schermata del titolo, vedremo comparire la parola “Super” in alto a sinistra.
A questo punto il “Super Mode” è attivo e Bubble Bobble risulterà diverso sotto tanti aspetti: dai nemici che si incontrano ai colori dei quadri, oltre a una maggiore difficoltà.
Se terminiamo il gioco in questa modalità e sempre in doppio, vedremo il vero finale, che rivela la reale natura di Super Drunk: niente meno che i nostri genitori, controllati da una entità che nessuno conosce e il cui mistero si perde nell’oscurità..

I messaggi sono indizi importanti per capire la storia di Bubble Bobble, sebbene la traduzione sia parecchio maccheronica. Nella prima stanza il testo tradotto significa: “If you want to become the old figure, use the power of your friendship and fight with me” (Se vuoi diventare come la vecchia statua usa il potere della tua amicizia e combatti con me). Nella seconda stanza il messaggio è: “I enclose these magical medicine here because those are my worst fears” (Racchiudo questa medicina magica qui perché queste sono le mie paure peggiori). Infine, il terzo: “Se vuoi riprenderti l’amore per la verità dovete aiutarvi l’uno con l’altro fino alla fine”.

Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database
Bubble Bobble Taito 1986 | the 80s database

Qualche curiosità prima di concludere.
Nella schermata dei titoli, oltre a quello per il “Super Mode”, si possono attivare altri codici.

Per avere la scarpetta e lo sparo rapido subito e per sempre, basta comporre la sequenza “Sinistra, Salto, Sinistra, Start, Sinistra, Sparo, Sinistra, Start”. Il trucco sarà attivo se in basso a sinistra comparirà la scritta “POWER UP!” in rosso.

Per giocare in modalità “easy” bisogna digitare: Sparo, Salto, Sparo, Salto, Sparo, Salto, Destra, Start. In questa modalità i portoni per le stanze segrete compaiono anche se abbiamo perso una vita.

Parliamo infine degli High Score Bonus: se al termine di una partita firmiamo il nostro score con determinate sigle, nel primo quadro della successiva avremo dei bonus. Ce ne sono 6 in tutto. Firmandoci ad esempio, “STR” comparirà un fenicottero: se preso, le bolle scoppiate diventeranno cacche; digitando “SEX” comparirà una forchetta che, se presa, farà volare torte e frutti che elimineranno tutti i nemici.

Bubble Bobble ebbe un successo incredibile: lo testimoniano le tantissime conversioni per home computer e console e i tanti seguiti, da Rainbow Island a Parasol Stars, fino alla serie Puzzle. “Bobble Bobble”, “Super Bobble Bobble” sono solo alcuni dei tanti bootleg usciti nel corso degli anni: “Miss Bubble II”, una versione pirata per adulti, uscì addirittura dieci anni dopo. Ma questo capolavoro è stato ripubblicato anche per le console più recenti, come Xbox e Playstation, riscuotendo un successo inaspettato: segno di una longevità che può temere il confronto solo con pochi altri videogames usciti in quegli anni.

 

Fonti

Bubble Bobble su Strategywiki
Bubble Bobble su adamwaves.com
Bubble Bobble su Gaming History