Galaga, Namco 1981

Galaga Namco 1981 the 80s database

Galaga è un videogioco arcade realizzato dalla Namco nel 1981. E’ il successore di Galaxian – uscito due anni prima – e, come il precedente, ebbe uno straordinario successo nelle sale giochi.

Un successo perpetuato fino ai giorni nostri visto che tutt’ora sono in circolazione, soprattutto negli Stati Uniti, cabinati del gioco, anche se in tandem con Ms. Pac-Man.

Nonostante il geniale effetto-scorrimento del fondale, Galaga è uno shooter a schermata fissa: come prassi dell’epoca, non c’è alcuna storia a supporto del gioco, ma solo una vaga invasione aliena che deve essere respinta.



Controllando uno Starfighter in grado di spostarsi solo a destra e sinistra, dovremo annientare l’armata di “Galaga”, composta da alieni simili a insetti che spunteranno dai diversi lati dello schermo, si sistemeranno in formazione e infine ci pioveranno addosso. Il gioco apportò alcune novità al genere degli shooter, come il doppio sparo, di cui parleremo in seguito, la possibilità di sparare due colpi in successione nell’area di gioco e le statistiche finali. Inoltre consolidò la prassi dei bonus stage, introdotti dalla Namco con Rally-X.

Nel corso del gioco gli insetti più grandi, considerati come “Boss” visto che devono essere colpiti due volte per essere eliminati, si sistemano al vertice della formazione aliena: essi sono in grado di lanciare un raggio capace di calamitare e rubare il nostro Starfighter, che diventerà di colore rosso e parteciperà agli attacchi nemici. Con il successivo a nostra disposizione dovremo attendere che la stessa astronave predatrice attacchi nuovamente, per colpirla e ri-acquisire la nave perduta: in questo modo avremo a disposizione un doppio Starfighter molto più potente ma anche molto più vulnerabile, vista la grandezza. Sembra tutto molto facile ma non lo è. Innanzitutto bisognerà fare attenzione a non colpire lo Starfighter catturato. Se poi colpiremo l’astronave predatrice mentre è ancora in formazione, lo Starfighter rosso resterà solo, tenterà un attacco e scomparirà per poi tornare accompagnato da un boss nel quadro successivo. Infine, dovremo fare attenzione a non farci catturare senza avere altri Starfighter di scorta perché senza, terminerà il gioco.

Galaga Namco 1981 the 80s database
Galaga, Namco 1981

Il doppio sparo, che è l’aspetto più innovativo di Galaga, è una condizione indispensabile per andare molto avanti nel gioco e, soprattutto, per completare più facilmente i “Challenging Stage”. A differenza dei quadri standard, in questi ultimi gli alieni, 40 in totale suddivisi in 5 ondate, non sparano e non attaccano ma si limitano a fuggire: è esattamente ciò che dovremo evitare per realizzare un perfect score e incamerare 10.000 punti. Altrimenti ci dovremo accontentare di 100 punti per ogni alieno abbattuto. Il primo Challenging Stage è dopo il secondo livello; successivamente, compare ogni tre. Ce ne sono in tutto 8 diversi che si ripetono ciclicamente.

Il gioco ha numerosi bug: come per Pac-Man, il livello 256 provoca anomalie che, però, sono diverse a seconda della difficoltà su cui è settato il gioco, disponibile in 4 modalità: facile, medio, difficile e difficilissimo. Nelle modalità facile e difficile il gioco si interrompe; nelle modalità media e difficilissima il gioco prosegue alternando un livello “0”  a un challenging stage, con la differenza che, in modalità media, lo stesso livello “0”  è simile ad un challenging stage con gli alieni che però sparano.

C’è poi un trucco che rende il gioco certamente più facile ma altrettanto certamente noioso. La procedura è semplice ma piuttosto lunga. Bisognerà fare attenzione, nel corso del primo quadro, a mantenere in vita le due apette blu all’estrema sinistra della formazione aliena. Si dovranno poi attendere circa 15 minuti, durante i quali le suddette continueranno ad attaccare. Trascorso questo tempo, smetteranno: per essere certi che il trucco funzioni, attendete che spariscano e ricompaiano nell’area di gioco per almeno 4 volte. Da quel momento in poi i nemici non spareranno più.

Qualche curiosità per concludere.

Se si vuole raggiungere un punteggio record bisogna giocare esclusivamente col 2nd Player: infatti, giocando col Player 1, sempre a causa di un bug che non accetta più di 6 cifre, al milionesimo punto lo score si azzererà; ciò non avviene per chi invece gioca a destra.

Nel gioco compaiono le “Spy Ships” di Bosconian e le “Flagships” di Galaxian.

Se nel demo, mentre il boss spara il suo raggio, premiamo il pulsante di sparo, prenderemo il controllo dello starfighter per una trentina di secondi.

Infine, attivando il service mode è possibile vedere un’easter egg. Basta tenere premuto il pulsante di sparo e spingere il joystick 5 volte a destra, 6 volte a sinistra, ancora 3 volte a destra e infine 7 volte a sinistra: comparirà a tutto schermo il copyright della Namco.

Il gioco compare nei film “WarGames – Giochi di guerra”, “Karate Kid – Per vincere domani”, “Spring Break” e “Un biglietto per due”.

Galaga ebbe uno straordinario successo in sala giochi, più del predecessore e del successore, Gaplus (conosciuto anche come Galaga 3), ma incredibilmente, se si eccettua la versione per Atari 7800, il gioco non ebbe conversioni di rilievo per il mercato americano ed europeo (sia per il Commodore 64 che per lo ZX Spectrum uscirono solo cloni); al contrario, per il mercato giapponese il gioco venne convertito praticamente per tutte le piattaforme domestiche.

 

Fonti

Galaga su Strategywiki
Galaga su WikiHow