Track & Field, Konami 1983

Track and Field (Hyper Olympic) Konami 1983 - the 80s database
Track and Field (Hyper Olympic) Konami 1983 – the 80s database

Track and Field – conosciuto anche col titolo di Hyper Olympic – è un videogioco della Konami uscito nel 1983: un anno prima delle Olimpiadi di Los Angeles, a cui chiaramente fa riferimento.

Si tratta del primo, indimenticabile e faticoso gioco di atletica basato sulla ripetuta pressione dei tasti per far correre il proprio personaggio, impegnato in 6 discipline:

  • 100 metri
  • salto in lungo
  • lancio del giavellotto
  • 100 metri a ostacoli
  • lancio del martello
  • salto in alto


Track and Field (Hyper Olympic) Konami 1983 - the 80s database
Track and Field (Hyper Olympic) Konami 1983 – the 80s database

In tutte le discipline, tranne i 100 metri e il lancio del martello, sarà necessario combinare i tre tasti a disposizione: i due laterali servono per correre, quello centrale per saltare o tirare. Le gare di corsa sono le sole in cui si può sfidare contemporaneamente l’avversario: vincere garantisce un punteggio maggiore ma l’importante è qualificarsi.

Per tutte le altre 4 gare si hanno tre tentativi per pareggiare o superare la soglia di qualificazione: se non ci riusciamo, il gioco termina. Una volta arrivati al salto in alto continueremo a giocare fino a quando non verranno esauriti i tre tentativi a disposizione.

Track and Field conobbe subito una grande popolarità: merito certamente del gameplay, davvero semplice, ma non solo. Tra gli altri punti di forza ci sono innanzitutto la grafica, con personaggi simpatici, più simili a Mario – da cui ereditano i baffoni – che a muscolosi e tonici atleti in carne e ossa; poi, la possibilità di sfidarsi fino a un massimo di 4 giocatori che, però, possono alternarsi solo a coppie.
Infine la colonna sonora, formata da gradevoli stacchi e da “Chariots of Fire”, canzone di Vangelis premio Oscar per Momenti di Gloria, che non a caso giunge al termine delle nostre fatiche, a mo’ di premio.

Atlant Olympic, Georgia 1996 - the 80s database
Atlant Olympic, Georgia 1996 – the 80s database

Un premio che arrivava dopo sudate pazzesche e dita bruciate, incallite, immolate sul cabinet, spesso in riparazione per via dei comandi danneggiati da giocatori indemoniati. Per ovviare a questo problema i pusanti, sulle versioni ufficiali, dopo qualche mese vennero sostituiti dalla trackball. In Italia, dove Track and Field venne piratato alla grande, i pulsanti vennero presto sostituiti, sui cabinet taroccati, dal joystick.

A proposito di tarocchi: nel 1996 venne distribuita solo in Italia una versione tanto illegale quanto innovativa: Atlant Olimpic, prodotta da una fantomatica “Georgia”. Questo bootleg, uscito ovviamente per sfruttare il richiamo delle olimpiadi di Atlanta, presenta alcune differenze grafiche nel main charachter, la più evidente delle quali è la barba, e un paio di novità di rilievo: l’introduzione del personaggio donna e la scelta della specialità con cui iniziare.

Track and Field (Hyper Olympic) Konami 1983 - the 80s database
Track and Field (Hyper Olympic) Konami 1983 – the 80s database

Qualche curiosità: nel cabinato di Track and Field la posizione dei giocatori è invertita, per  cui il giocatore numero uno è a destra e non a sinistra come di consueto. Il suddetto cabinato compare per pochi secondi in una scena del film “I Goonies”. Ci sono poi alcuni bonus che garantiscono ognuno 1000 punti: in entrambe le corse, se arriviamo al traguardo contemporaneamente al nostro avversario vedremo un omino correre con una chiave in mano; nel lancio del giavellotto, se a tutta velocità lo tiriamo con l’angolo molto aperto, infilzeremo quello che per alcuni è una sorta di alieno, per altri un lampadario: da notare come nella rom del gioco sia curiosamente presente un volatile inutilizzato; infine, se nel salto in alto ci qualificheremo al terzo e ultimo tentativo vedremo spuntare una talpa.

Track and Field ebbe un successo straordinario: nella primavera del 1984 un torneo, organizzato dalla Konami, vide la partecipazione di 1 milione di giocatori tra Stati Uniti e Giappone. Il gioco venne convertito – e copiato, spesso con esiti penosi – per tutte le piattaforme domestiche di allora ed ebbe un degnissimo successore l’anno dopo, Hyper sports (conosciuto anche come Hyper Olympic ‘84) e un altro ancora nel 1988, ‘88 Games, sempre in concomitanza con le Olimpiadi.

 

Fonti
Track and Field su Strategywiki
Track and Field su Giant Bomb
Track and Field su The cutting Room Floor